1. La Legge della Panna Montata

da “Le 7 leggi del buon genitore in evoluzione”

“Più tu sei calmo, appagato e in armonia e più lo è tuo figlio.

Più tuo figlio è sereno, gioioso e appagato e più lo sei tu!”

Cari amici genitori, eh sì, il benessere in famiglia monta come la panna. 🍦

Una banalità? Niente affatto! Una legge semplice, una verità preziosa, una consapevolezza che può rappresentare un nuovo inizio, muovendoci nella direzione di un cambiamento costruttivo.

In realtà siamo più spesso consapevoli della dinamica contraria. Sì, perché la panna si monta anche girando le fruste nel senso opposto! 😧

Più sei nervoso, teso, stressato e reattivo, più i tuoi figli sono agitati e “capricciosi”, e più loro sono in questo stato e più tu diventi isterico. Quante volte ti è capitato di iniziare la giornata con “il piede sbagliato” e di ritrovarti presto in un vortice orribile di :“Arriviamo in ritardo!”, “ Muoviti!” “Non è il momento di discutere sulla maglietta!, “ Non è possibile queste scene tutte le mattine!” “Adesso basta, vado e ti lascio qui!”.

Tutti vivono un senso di disagio. 🤦‍♀️🤦‍♂️

Il fatto è che raramente riusciamo ad essere così lucidi da comprendere che ciò che manifestano i nostri figli spesso non è altro che lo specchio del nostro stato interiore, e ci ritroviamo a dare la responsabilità del nostro nervosismo o della nostra rabbia ai loro comportamenti, a ciò che fanno o non fanno.

Quindi? È dunque necessario iniziare da noi. Coltivare il nostro buon umore, godere delle piccole cose, essere grati per ciò che abbiamo, prenderci cura di noi stessi, coltivare pensieri positivi… Tocca a noi dare l’avvio ad un vortice positivo, montare la panna nel verso giusto! 🎈

Si tratta di fare una scelta, cioè di scegliere come vogliamo sentirci. I grandi saggi ci insegnano che la felicità è uno stato interiore dell’essere. Possiamo essere interiormente sereni, appagati e sentirci in armonia con tutti, nonostante le difficoltà, le nostre fatiche, i nostri limiti. Basta (si fa per dire!) allenarsi a dirigere il teleobiettivo nella direzione giusta. 🙂

Ok, non facile, sì è vero, ma è possibile!

Possiamo imparare a diventare consapevoli di trovarci in uno stato emotivo che sappiamo essere l’inizio di una catena inarrestabile di cause ed effetti per niente piacevoli e costruttivi, e possiamo imparare ad attivare strategie per invertire la rotta in tempo.

Ti è mai capitato? Quale strategia hai usato che ha funzionato?

Vi auguro dal cuore ogni bene.

Simona Azzarello