Chi Sono

Mi chiamo Simona Azzarello e sono mamma di due ragazzi ormai grandi.

Quando i miei figli erano piccoli ho avuto un periodo in cui ero sempre estremamente impegnata, di corsa, presa dalla mia agenda di cose da fare.

Spesso mi capitava di rispondere loro in modo nervoso, e di alzare il tono di voce quando non mi sentivo ascoltata e le cose non andavano come volevo. Perdevo le staffe, la frittata era presto fatta, e poi mi sentivo in colpa.

Provavo un senso di disagio per questo, i bambini subivano i miei ritmi frenetici, le mie reazioni automatiche e, a volte, la mia mancanza di attenzione e ascolto.

Questa consapevolezza, così come il mio innato impulso alla ricerca e al desiderio di crescita personale, mi hanno spinto a decidere che dovevo fare qualcosa, perché volevo diventare la migliore mamma che potevo essere. Amavo i miei figli e sentivo che dentro di me avevo tanto da dare e potevo migliorare.

“I nostri figli sono i nostri maestri"

Cominciai così a frequentare corsi per conoscere meglio me stessa, acquisire strumenti e sviluppare il mio potenziale, sia come persona che come madre. Imparai yoga e meditazione, tecniche di auto-guarigione, e di crescita personale, mi diplomai ad una scuola quadriennale di counseling a indirizzo psico-sintetico e co-fondai un’associazione incentrata su una nuova idea di educazione e sostegno a genitori, bambini e insegnanti.

 

Con l’associazione “La mela e il seme” abbiamo lavorato per tanti anni in numerose scuole e famiglie, con centinaia di bambini, genitori ed insegnanti, per diffondere un nuovo paradigma di educazione. L’obiettivo era accompagnare adulti e bambini ad una crescita di consapevolezza di sé, quindi alla conoscenza del proprio mondo interno, alla gestione costruttiva delle proprie emozioni, relazioni e alla scoperta dei propri talenti, per espandere nel mondo la propria unica e più elevata natura.

 

 

Ora collaboro con l’associazione “Educare alla vita”( www.educareallavita.org ), che è dedicata alla stessa missione, e promuove un metodo educativo straordinario, già diffuso in molte nazioni Europee e negli Stati Uniti, centrato sul bambino, sui suoi bisogni e sullo sviluppo delle sue potenzialità più elevate.

Certo, nessuno mi ha dato la bacchetta magica, ma il mio percorso mi ha portato a sentirmi sempre più vicina al mio ideale di madre, accettando le mie debolezze, imparando a crescere grazie ai miei errori, e a togliere il pilota automatico al mondo del “fare” che mi portava a dimenticare di “essere”, innanzi tutto, me stessa e la mamma che volevo.

La mia esperienza e quella di tanti genitori che ho accompagnato è che la centratura e la consapevolezza possono aiutare davvero a non re-agire in modo automatico, ad entrare nel mondo del bambino con sensibilità, a comprenderlo, ad accogliere con meraviglia e gioia la sua natura più intima e profonda e aiutarlo a lasciarla fiorire.

 

I miei figli sono uomini ormai, stanno uscendo dal “nido” per volare verso la loro vita e costruire le loro famiglie. Ho per loro infinita gratitudine perché grazie a loro sono cresciuta tanto e, siccome mamme si rimane per sempre, così come non si finisce di imparare tutta la vita, ancora cresco insieme a loro.

 

 

 


 

Vuoi approfondire?
Ti aspetto al mio prossimo Webinar gratuito.

SOPRAVVIVERE IN TEMPI DIFFICILI
SENZA PERDERE L’ARMONIA IN FAMIGLIA!

Strategie per gestire stress di bambini e genitori

Scopri di più